Home page Home page

» Home page
» The Company
» Our Services
» UAVs/droni: Risk management e assicurazione
» Protect your Company against Cyber Risks
» PRS Conferences & Seminars
» Press coverage, Analysis & Views
» News & Events
» European Commission Projects
» Collaborazioni/Links
» Offices - Contact us
Home Page » Press coverage, Analysis & Views
Press coverage, Analysis & Views


LA SICUREZZA NELLE MANI DEI SATELLITI - Di questo si parlerà oggi nel corso della presentazione di Monitor, il progetto del Centro di eccellenza in Telegeomatica
Published by Il Piccolo - 30.03.2006

Dagli smottamenti al controllo del lavoro nei cantieri sempre più importante il loro utilizzo.


Satelliti che dallo spazio rendono più sicura la vita sulla Terra. Questo l'obiettivo del “Progetto Monitor”, parte integrante del programma europeo satellitare “Galileo”, che punta a realizzare una panoramica di tutti i possibili impieghi del posizionamento satellitare. Impieghi rivolti soprattutto a garantire la “safety of life”. Diversi i campi d'azione a partire dalla cartografia, per poi passare all'ingegneria civile al fine di rendere il lavoro degli operai nei cantieri più sicuro eliminando il rischio di essere travolti dalle scavatrici e consentendo loro allo stesso tempo di non lavorare sotto i carichi pendenti delle gru.

Satelliti sempre più utili quindi anche in relazione al monitoraggio del territorio. Uno studio sugli smottamenti del terreno in particolare viene già portato avanti in collaborazione con la Provincia e l'Università di Bologna e la Regione Emilia Romagna. Il progetto “Monitor” vanta numerosi partner tra cui uno dei gruppi più grossi in campo aerospaziale, l'Alcatel Alenia Space, l'Elsacom che gestisce un servizio di telefonia mobile satellitare e la Sepa che in questo progetto si occupa della costruzione di ricevitori Gps. Ruoli decisivi anche quelli della Nsl di Nottingham addetta al monitoraggio satellitare dei ponti, della Pagnanelli Risk Solutions Ltd e del Distart dell'Università di Bologna oltre ai partner stranieri del Portogallo, Grecia e Romania. “In pratica il programma “Galileo” – spiega il prof. Giorgio Manzoni, coordinatore di “Geonetlab”, il Centro di eccellenza per la ricerca in telegeomatica e informazione spaziale dell'Università di Trieste – metterà in orbita 27 satelliti che renderanno possibili le operazioni di posizionamento e navigazione ora affidate quasi esclusivamente al Gps.

“Galileo” e Gps potranno essere utilizzati assieme e anche con il sistema russo “Glonass”, rendendo così maggiormente disponibili e affidabili le coordinate geografiche fornite dai sistemi satellitari.

“Galileo – continua Manzoni – è un programma civile con il quale l'Europa lancia una sfida politica e tecnologica per la leadership in questo settore, contando su partner mondiali quali la Cina, il Sud America e l'Africa, importanti per la vastità delle loro aree e la povertà di infrastrutture. Tutti questi satelliti, saranno all'incirca settanta tra alcuni anni, orbitanti secondo le leggi che risalgono a Keplero e a loro volta basate sulle osservazioni e deduzioni di Copernico e Galileo Galilei. “Ci tengo a precisare – dice Manzoni – che la loro tecnologia si basa sulla più rivoluzionaria cultura scientifica europea”. Sarà questo in particolare il contenuto della conferenza, organizzata da “Geonetlab” che si terrà oggi alle ore 11 presso l'Hotel Jolly in collaborazione con l'Osservatorio Astronomico e il Museo del Mare nel corso della quale si potrà assistere alla proiezione di brevi video tratti dalla “Vita di Galileo” di Bertold Brecht per la regia di Giorgio Strehler concessi dal Piccolo Teatro di Milano, interpretati da Tim Buazzelli e dallo stesso Strehler. L'iniziativa odierna chiude “La primavera telegeomatica” organizzata sempre dal Centro di eccellenza dell'ateneo.

print Print the article »


« back to "Press Coverage, Analysis & Views"
Copyright © 2008 - 2017 Pagnanelli Risk Solutions Ltd - Authorised and Regulated by the Financial Conduct Authority
VAT Registration No. GB791417122 - Registered in England Company No.4197940
Powered by Antherica Web Solutions - Privacy policy
This site does not use cookies to collect personally identifiable information about you. This site uses navigation cookies and a limited number of third party cookies to provide specific functionalities. Read more
I accept